Lettura ottica MICR

Con MICR (Magnetic Ink Character Recognition) si intende quella tecnologia di riconoscimento di caratteri tramite inchiostro magnetico utilizzata principalmente in ambito bancario per facilitare la lettura della codeline degli assegni.

Lo standard prevede due tipi di font, E13B e CMC7, che si differenziano per l’aspetto dei caratteri e dei simboli codificati.

Si tratta di una tecnologia che risale agli anni ’60 ma ancora utilizzata sia per la larga diffusione avuta nel tempo, sia per l’affidabilità di lettura in caso di occlusioni delle codeline da parte di timbri, firme o segni.

Oggi però gli scanner per assegni dotati della apposita testina di lettura magnetica vengono sempre più spesso sostituiti da più economici e versatili scanner documentali che producono normali immagini raster: ecco perché si ricorre anche alla lettura ottica MICR.

Le codeline MICR E13B e MICR CMC7 vengono quindi lette otticamente utilizzando specifici sistemi di riconoscimento dei caratteri, appositamente predisposti allo scopo.

In alcuni casi, tali sistemi di lettura ottica riescono comunque a tollerare parziali occlusioni dei caratteri da parte di timbri, firme e segni, non facendo rimpiangere la vecchia lettura magnetica.