Le tecnologie di lettura ottica: OCR, ICR, BCR, OMR, CHR

Le tecnologie di lettura ottica vengono identificate attraverso degli acronimi.

Quelle più diffuse sono:

  • OCR: Optical Characters Recognition
  • ICR: Intelligent Characters Recognition
  • BCR: Bar-Code Recognition
  • OMR: Optical Mark Recognition
  • CHR: Cursive Handwritten Recognition

Ciascuna è indicata per riconoscere e decodificare un tipo specifico di informazione veicolata dal supporto cartaceo.

L’ OCR serve per il riconoscimento di testi stampati o dattiloscritti, mentre l’ICR serve per il riconoscimento di testi manoscritti in stampatello.

Il BCR serve per il riconoscimento di codici a barre lineari e per il riconoscimento di codici a barre bidimensionali, mentre l’OMR serve per il riconoscimento di caselle di marcatura (caselle annerite) e segni di spunta.

Infine il CHR serve per il riconoscimento di testi scritti a mano in corsivo.

Un sistema di lettura ottica flessibile ed efficace deve essere in grado di utilizzarle tutte, al fine di poter estrarre qualsiasi tipo di dato da moduli e documenti che processa.

Tanto più avanzate e raffinate sono le implementazioni di tutte queste tecnologie, tanto più accurati sono i dati riconosciuti dal sistema di lettura ottica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>